ALDO MORO PALUZZA da battere nella Tre Rifugi

     Collina. C'Ŕ grande attesa in Carnia per la 43^ staffetta dei tre Rifugi, domenica 21 agosto, con inizio alle 10, oltre 300 podisti tra scalatori e discesisti correranno alle alte quote del passo Volaia (prima frazione di 6,5 km) , del sentiero Spinotti (seconda, di 4,5 km) e gi¨ dal rifugio Marinelli (terza, di 6.5 km).

   In pole position partirÓ la squadra dell'Us. Aldo Moro Paluzza - segheria F.lli De Infanti, campione regionale di corsa in montagna, a staffetta, titolo vinto sette giorni fa al Lussari. Ma imperativo del team carnico sarÓ quello di affermarsi anche in campo femminile per rifarsi delle sconfitte rimediate domenica scorsa a Camporosso per  mano dell'Atletica Brugnera e l'anno scorso ad opera del terzetto slovene Kosovelj, Krkoc e Ferjancic.

    A rovinare la festa dell'Aldo Moro, che schiererÓ, nell'ordine Giorgio Di centa, Antonello Morocutti (o Patrik Di centa) e Gino Caneva, ci proveranno Carniatletica Tolmezzo, Timaucleulis, Brugnera, alcune squadre del Veneto e d'oltre confine. Fra le donne, Paluzza presenterÓ Paola Romanin in salita, Debora Cacitti nell'attraversata, e nella discesa Veronica Pinter De Martin al debutto nel team allenato da suo padre Elio, dominatore di tante "Tre rifugi" assieme al sappadino Pierino Fontana e al carnico di Cercivento Elio Ferigo.

    Record da battere di societÓ: un'ora 11'35" (maschile) dell'Atletica Interlozzo Belluno e un'ora 34'35" (femminile) dell'Aldo Moro. Individuali di manche: salita : 29'45" di Alfonso Vallicella e 36'13" di Manuela Di centa; attraversata 24'34" di Luciano Fontana e 32'01" di Ingrid Puntel; discesa 15'02" di Marino Jussig e 19'57" di Paola Romani. (v.m.)

articolo apparso sul Messaggero Veneto del 19 agosto 2005